Diario di bordo 36: Serata da paura!

Questo è stato il primo halloween del più di uno e devo dire che per tutti è stata una festa da paura! Sicuramente da ripetere.
Che fosse una serata diversa dalle altre lo si era capito fin da subito ai punti di ritrovo, c’erano streghe di tutte le età, dalle giovani con i capelli neri, alle più anziane con quelli bianchi. Alcune streghe, in ritardo per il lavoro, hanno avuto la loro metamorfosi addirittura fuori dal parcheggio della festa, trucco e parrucco dell’ultimo minuto e pronti via, dentro al rifugio calcistico del Montorio calcio.
Una grande sala preventivamente addobbata con zucche, teschi, candele e ragnatele.
Il gran galà stregato era al completo con proprio delle belle facce: il lupo cattivo, l’uomo strega, l’incredibile ulk, il boia tagliateste e lo scheletrino… e ste streghe che non ci mollavano più. :))
E’ stato qui che tra urla di terrore e tremolii di gambe sono iniziati i soliti brontolii di pancia…che fame!! Ma ecco subito pronte per le tante bocche affamate un aperitivo un po’ insolito: delle cicciotte dita mozzate sanguinanti senza glutine. (di AIA che dolore)
Dopo un attimo di titubanza e sguardo estraniato tutti si sono azzannati le dita (del piatto), per poi leccarsi le dita (della mano) e per proseguire la cena in tema con la serata non poteva mancare la pizza (al taglio!!!)
Ma non c’era tempo da perdere, la musica si era accesa e con quella anche la serata, magistralmente animata dal nostro dj Nicola che pian piano ha riempito tutta la pista.
Ci sono state anche delle prove di canto con il karaoke, ma anche battaglie di breakdance che con movimenti contorsionistici e acrobazie/pulizie sul pavimento hanno ipnotizzato tutti.
Durante la notte c’è stata musica anche per degli inaspettati scatenati!
Note ritmiche pesanti tipo uz-uz-uz-uz, ma anche revival anni 80 e 90 che hanno fatto partire innumerevoli trenini divertenti, ultimo con partenza dispiaciuta da Montorio, ma con ritorno sicuro l’anno prossimo.

denis

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.