Diario di bordo 40: Monza: Ferrari Challenge

– ore 8.00, Verona_sud: Ritrovo
Condividiamo il parcheggio con un gruppo di “serenissimi”

– Viaggio d’andata
Riccardo Simeoni in pullman si impossessa del “posto del bullo” (ultima fila, sedile centrale),
e mentre ascolta musica in cuffia imita atteggiamenti da rock-star; risultato: effetto playback!

– ore 9.45, Monza: Avvistamento della prima Ferrari
E’ un modello da strada, che sta cercando di immettersi nel traffico.
Il guidatore, nonostante l’aiuto di ben 2 maggiordomi, evidenzia grosse difficolta’ a manovrare in retromarcia.
(“Chi ha denti non ha pane …”)

– ore 10.00, Monza: ricongiungimento, a destinazione, con la nostra volontaria Marta.
E’ puntuale come al solito … nell’arrivare in ritardo!

– ore 10.30: Distribuzione dei tesserini di ingresso
Francesco non trova piu’ il suo.
Riferisce che e’ caduto.
Scattano le ricerche: … tasca dx del giubbino!

– ore 11.00: Accoglienza e presentazione del programma
Un addetto dell’organizzazione, simpatico e sorridente, ci introduce alle competizioni automobilistiche.
Ci parla delle macchine e delle corse.
I nostri ragazzi sono incantati dal magico mondo Ferrari.
Anche le nostre volontarie sono incantate (per altri motivi): non stanno capendo niente!

– ore 11.30: Visita del “parco auto”
Possiamo ammirare da vicino alcune Ferrari da strada.
Che bolidi!
Tra gli altri, un modello nero dalla linea “estrema” (che assomiglia ad una Bat-mobile), e il mitico modello cabrio che guidava Tom Selleck nel telefilm “Magnum P.I.”.

– ore 12.30: Prima gara di giornata
Partenza.
Primo giro: ancora tutte le auto in gruppo.
Secondo giro: ancora in gruppo, ma piu’ allungato.
Terzo giro: il gruppo si sgrana. Non si riesce piu’ a seguire l’andamento della gara. Servirebbe un maxi-schermo che trasmettesse la telecronaca. Non c’e’!

– ore 13.30: Pranzo
Menu’ ragazzi: tris di primi, tris di secondi, tris di dolci, e tris di frutta.
Menu’ volontari: tris di crackers, e tris-tezza!

– ore 14.00: Camminata verso il museo dedicato ad Ayrton Senna
Il trasferimento non e’ dei piu’ brevi.
Alcuni ragazzi sentono la fatica, e rallentano, rallentano, rallentano …
Giunti all’ingresso scorgiamo la scritta “Museo della velocità”!!!

– ore 14.30: Visita al museo dedicato ad Ayrton Senna
Domanda (alla Lorella S.): “Lorella, sai chi era Ayrton Senna?”
Risposta: “Uno che guidava la macchina.”
Replica: “Giusto.”
“Anche mio nonno comunque era <>!”
“La prossima volta, meglio rispondere <>.”

– ore 15.00: Visita ai box
Grazie ai contatti della nostra magnifica volontaria Veronica (organizzatrice dell’uscita), riusciamo anche ad accedere al “garage” delle auto da corsa.
Ci viene presentato il vincitore della gara del mattino.
Tra le lodi del suo team manager, il “macchinone” che guida, e il trofeo che ha vinto, le nostre volontarie cominciano a cinguettare: “Bel tipo!”.
Uno di passaggio (probabilmente invidioso) fa notare che, esteticamente parlando, si tratta di un tipo che in un contesto normale non attirerebbe l’attenzione in maniera particolare.
Donne ammettetelo: nel valutare un uomo siete influenzate dal suo successo! (come noi nel valutare una donna lo siamo dalle sue forme)

– ore 15.30: Seconda gara di giornata
Idea: appostiamoci in fondo al rettilineo (un punto strategico per vedere i sorpassi).
Cammina, cammina, la gara intanto e’ giunta all’ultimo giro.
Io, Marco, e Nicola R., allungando il passo, sbuchiamo giusto in tempo per vedere passare gli ultimi due doppiati (abbiamo comunque dato un senso alle nostre fatiche!).
Jessica e mamma, purtroppo, fanno in tempo soltanto a vedere sfilare il carro attrezzi e l’auto medica!!!

– ore 16.30: Auto-stop
La pista viene messa nuovamente a disposizione delle Ferrari dei privati.
In zona cominciano ad aggirarsi alcune ragazze di bell’aspetto alla ricerca di un passaggio per un giro in pista.
Mai vista cosi’ tanta passione per i motori da parte femminile nelle piste dei go-kart!

– ore 17.30: Viaggio di ritorno
Coda.
Nel rettilineo della circonvallazione (il punto piu’ veloce del tragitto per l’autostrada) il nostra pullman ha toccato punte di velocita’ attorno agli 0,003 km orari.

– ore 18.30: Autostrada
La stanchezza si fa sentire.
I volontari vorrebbero riposare.
Alberto, con il suo repertorio Salvini-Sgarbi-Fibra, non dà tregua.

– ore 19.30: Arrivo
Distribuzione degli omaggi Ferrari.
Nicola R. ha un’idea imprenditoriale: rivendere in nero i beauty avanzati.

– Giorgio –

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *